Nissan-Leaf

QUASI 2 MILA AUTO ELETTRICHE VENDUTE IN PIU’ IN 1 ANNO – news autorally

Secondo i più recenti dati Aci in Italia le auto elettriche in circolazione sono 7.560, una crescita del 31,6% rispetto alle 5.743 auto del 2016 anche accompagnata dai provvedimenti sempre più restrittivi sulle auto diesel. L’elaborazione del Centro Studi Continental sulle auto elettriche in circolazione nel nostro Paese include anche i dati a livello provinciale: sono 14 le province in cui le auto elettriche in circolazione superano quota cento. Non è chiaro se siano tutte auto guidate da privati o siano incluse anche le flotte aziendali e quelle date in gestione agli enti pubblici, ma la mappa che spulciamo di seguito è pur sempre un interessante indicatore di come in Italia sta cambiando la mobilità.

LE CITTA’ PIU’ECO FRIENDLY

E’ Roma la città dove si concentra il maggior numero di auto elettriche (sono 1.014), seguita da Trento (823), Milano (811), Bolzano (546), Firenze (528), Torino (290), Brescia (186), Bologna (168), Reggio Emilia (144), Vicenza (141), Treviso (133), Bergamo e Padova (119) ed infine Verona (118). Delle 14 province italiane con più di cento vetture elettriche in circolazione 4 sono in Veneto, 3 in Lombardia, 2 in Trentino Alto Adige e 2 in Emilia Romagna, 1 in Lazio, 1 in Toscana e 1 in Piemonte. Tutte le altre province italiane hanno un parco circolante di auto elettriche composto da meno di cento unità.

PROVVEDIMENTI IN ARRIVO AL SUD

Tra le città invece che nel 2017 hanno favorito la diffusione delle auto elettriche c’è al primo posto Torino, dove la crescita di veicoli elettrici dal 2016 al 2017 è del +75,8%, seguita da Trento (+62%), Verona (+53,2%), Padova (50,6%) e Treviso (49,4%). Se in media la crescita nazionale riportata dal report Continental è del 31,6%, colpisce l’assenza dalla classifica di città al di sotto del Lazio, uno scenario che potrebbe cambiare notevolmente se i blocchi alla circolazione attesi anche al sud inizieranno ad essere operativi anche in Campani e in Sicilia in modo più incisivo rispetto ai provvedimenti già in vigore in alcuni Comuni.

Articoli correlati