13222-aci

Certificato di Proprietà Digitale: come consultarlo – autorally

Dall’ottobre 2015 il certificato di proprietà viene rilasciato solo in modalità digitale. Ecco come visualizzarlo

Rispetto al documento cartaceo, il certificato di proprietà digitale comporta una serie di vantaggi per il cittadino. Vediamo le modalità per la sua consultazione

Il certificato di proprietà (che un tempo si chiamava “foglio complementare”) è il documento che attesta lo stato giuridico di un veicolo e viene rilasciato dal PRA. Non si tratta di un foglio obbligatorio per la circolazione dell’auto, ma deve essere custodito con cura dal proprietario (meglio a casa piuttosto che sulla vettura) ed è necessario per presentare ogni successiva richiesta al PRA.

Da qualche tempo il certificato viene rilasciato esclusivamente in modalità digitale e il proprietario del veicolo può anche consultarlo online. Vediamo allora come consultare il certificato di proprietà digitale tramite web.

 

Cos’è il certificato di proprietà digitale

A partire dal 5 ottobre 2015 il certificato di proprietà viene rilasciato dal PRA esclusivamente in modalità digitale sostituendo progressivamente, per le formalità richieste dalla suddetta data in poi, l’attuale documento cartaceo.

La digitalizzazione del certificato di proprietà è in linea con le disposizioni del Codice dell’Amministrazione Digitale (decreto legislativo n. 82 del 2005) e comporta una serie di vantaggi per il cittadino in quanto il certificato di proprietà digitale (CDPD) non può più essere smarrito o sottratto e quindi non dovrà più essere richiesto al PRA il duplicato, con un evidente risparmio di tempo e denaro. Inoltre, con il certificato di proprietà digitale vengono garantiti maggiori livelli di sicurezza del documento, che non può più essere contraffatto.

Il certificato di proprietà digitale può anche essere stampato, ma non è necessario in quanto il cittadino non può adoperarlo come certificazione o come nota di richiesta per una successiva formalità da presentare al PRA.

 

Consultare il certificato di proprietà digitale: come si fa

A chi richiede una formalità al PRA per la quale è previsto il rilascio del certificato di proprietà, oltre al CDPD viene data una ricevuta contenente un codice d’accesso, con cui si può il visualizzare il CDPD stesso tramite le seguenti modalità:

  • attraverso la lettura del QR-code presente sulla ricevuta (Il QR-code è un codice a barre inserito nell’attestazione di presentazione formalità che, scansionato da un’app installata sullo smartphone, porta direttamente alla visualizzazione del certificato di proprietà digitale);
  • collegandosi all’indirizzo web indicato nella ricevuta, digitando il codice di accesso;
  • tramite la funzione “Consulta il Certificato di Proprietà Digitale”.

La pagina “Consulta il Certificato di Proprietà Digitale” permette di verificare l’autenticità del certificato di proprietà digitale tramite l’attestazione di presentazione della formalità o mediante l’identificativo univoco del certificato stesso.

L’attestazione di presentazione formalità (emessa dal PRA) riporta gli importi versati per la pratica e i codici di accesso da inserire in un’apposita sezione del sito ACI per consultare il CDPD.

Nello specifico, la pagina web chiederà di inserire i 22 caratteri che compongono il codice (riportato in grassetto sull’attestazione) rispettando maiuscole, minuscole, numeri e caratteri speciali. Alla fine basta cliccare sul tasto rosso “Premi per procedere” e, una volta visualizzata la ricevuta di presentazione formalità, si potrà visualizzare il CDPD cliccando sul link “Visualizza il Certificato di Proprietà Digitale”.

E’ anche possibile verificare l’autenticità del certificato tramite il codice “ID CDPD” presente nella copia del certificato di proprietà digitale in possesso del cittadino.

FONTE motorionline.com

Articoli correlati

sell-cars-singapore

IL PASSAGGIO DI PROPRIETA’

Quando si acquista un veicolo usato si deve autenticare la firma del venditore sull’atto di vendita e entro sessanta giorni dall’autentica bisogna registrare il passaggio […]

Continua a leggere